GIORNATA INTERNAZIONALE DEL JAZZ. MUSICA, PAROLE E FOTO. DUE GIORNI DI ALTA CULTURA.

Multiculturita e il Comune di Capurso, hanno onorato la Giornata Internazionale del Jazz voluta dall'Unesco, con due appuntamenti culturali a largo raggio. Domenica 27 aprile con un doppio live set, che ha visto sul palco della sala panoramica della bilbioteca comunale D'Addosio i giovani Acoutic Trip Quartet con il batterista capursese Giuseppe Santorsola ("figlio di Multiculturita" come spiegato nel corso della serata) e a seguire il quintetto fusion Lidian Locrian, guidato dall'artista Piero Arcieri.
Il secondo appuntamento si è tenuto invece martedi 29 aprile, sempre nella sala panoramica della D'Addosio. L'appuntamento si è aperto con una ricca introduzione di Michele Laricchia, direttore artistico del festival che, facendo riferimento alle parole del ministro Franceschini, lette da un comunicato stampa del ministero dei Beni e delle attivita' culturali e del Turismo, con le quali, il Ministro PD, sottolinea che "Il jazz italiano rappresenta una autentica ricchezza del patrimonio musicale nazionale ed è giunto il tempo che anche il governo e il Parlamento riconoscano finalmente questa eccellenza", mette in scena una velata polemica nei confronti del PD Capursese che ha fortemente criticato la rassegna Jazz nostrana di due estati fa, definendo "concertini" le esibizioni di grandi artisti come Billy Cobham, Pino Minafra e Anna Maria Jopek. Nel corso del suo intervento, il direttore ha anche illustrato parte del cartellone estivo, annunciando il ritorno in scena dei Doctor 3 di Danilo Rea, Enzo Pietropaoli e Fabrizio Sferra, che saranno a Capurso il 17 luglio (qualche giorno dopo la presentazione del nuovo progetto a Umbria Jazz).
Il resto della serata, brillantemente presentata da Luca Basso, voce dei Fabularasa, è stata interamente dedicata al jazz in tutte le sue forme: da quello raccontato a quello fotografato oltre, naturalmente, a quello suonato.
Presentati due libri: “Puglia in jazz” di Gianni Cataldi, che ha raccolto anni di scatti fotografici in giro per i Jazz Festival pugliesi, e “Attualità della memoria”, volume a cura dell’associazione Jazz Network che raccoglie interventi di diversi autori di rango, come Filippo Bianchi, Antonio Iammarino, Eugenio Colombo, Francesco Martinelli e il nostro Alceste Ayroldi protagonista della presentazione.
Non potevano mancare le note, affidate al Giuseppe Venezia Trio con Giuseppe Venezia al contrabasso, Attilio Troiano al piano, e il formidabile Pasquale Fiore alla batteria.
Prossimo appuntamento a Capurso, città del Jazz, il 20 giugno nel centro storico.

Redazione

Foto

           



Venerdi
2 6Maggio


Agenda


Indellicati - Via Madonna del Pozzo
Massafra - Via Casamassima
Mainardi - Via Torricella
Farmacie


Api - via Casamassima - Z.i.
Agip - Largo San Francesco
Erg - via Bari
Tamoil - via Noicattaro
Total - via Epifania
Benzinai


San Filippo Neri