COMUNICATO SUI TRIBUTI LOCALI – IUC ANNO 2014

Pubblichiamo integralmente comunicato del Comune di Capurso a firma del Capo Settore Economico Finanziario Dott. Nicola Bavaro.

L’art. 1, comma 639, della Legge 27/12/2013 n. 147 (legge di stabilità per l’anno 2014) ha istituito l'Imposta Unica Comunale (IUC) che si compone di tre distinti tributi: l'Imposta Municipale Propria (IMU) dovuta dal possessore di immobili, escluse le abitazioni principali, il Tributo per i Servizi Indivisibili (TASI) dovuto sia dal possessore che dall'utilizzatore degli immobili, e la Tassa sui Rifiuti (TARI) dovuta dall’utilizzatore degli immobili.

Nelle more della puntuale definizione del quadro legislativo e regolamentare riguardante i tre tributi in argomento, ed allo scopo di facilitare gli adempimenti cui, nell’immediato, sono tenuti i rispettivi soggetti passivi, si forniscono le seguenti indicazioni.

Con riferimento all'Imposta Municipale Propria (IMU)

Sono esenti dall’IMU le unità immobiliari adibite ad abitazione principale (escluse quelle classificate nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9) e le relative pertinenze (esclusivamente quelle classificate nelle categorie catastali C/2, C/6 e C/7 nella misura massima di un'unità pertinenziale per ciascuna delle categorie catastali indicate), nonché una sola unità immobiliare (escluse quelle classificate nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9) concessa in comodato a parenti in linea retta entro il primo grado (genitori/figli) che la utilizzino come abitazione principale, a condizione che il nucleo familiare del soggetto comodatario non possegga altre abitazioni nel Comune di Capurso e che il contratto sia regolarmente registrato. Sono, altresì, esenti dall’IMU gli immobili rurali ad uso strumentale di cui all’articolo 9, comma 3-bis, del D.L. 30/12/1993 n. 557 convertito dalla Legge 26/2/1994 n. 133.

L’imposta dovuta per l’anno 2014 deve essere versata in due rate scadenti la prima il 16/06/2014 e la seconda il 16/12/2014.

Il versamento della prima rata deve essere eseguito in base alle seguenti aliquote vigenti per l'anno 2013:

TIPOLOGIA DI IMMOBILE ALIQUOTA

A) Immobili adibiti ad abitazione principale e relative pertinenze (esclusivamente quelli classificati nelle categorie catastali A1, A8 e A9): 4,0 ‰

B) Immobili adibiti ad abitazione principale classificati nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9 e relative pertinenze, posseduti da soggetti passivi che alla data del 1° gennaio dell’anno di imposizione abbiano già compiuto 65 anni e siano possessori esclusivamente dell’immobile adibito ad abitazione principale e relative pertinenze e, contestualmente, di un reddito da pensione che, nell’anno precedente, non deve essere stato superiore a € 12.000,00: 3,5 ‰

C) Eventuali altri immobili concessi in comodato (oltre il primo considerato esente) a parenti in linea retta di I° grado (genitori/figli) o affini di I° grado (suoceri/generi/nuore) per essere da questi utilizzati come abitazione principale, alla condizione che il nucleo familiare del comodatario non possegga altre abitazioni nel Comune di Capurso e che il contratto sia regolarmente registrato: 4,6 ‰

D) Tutte le altre tipologie di immobili soggette ad IMU, ivi compresi i terreni e le aree edificabili, diverse da quelle indicate ai punti precedenti: 8,5 ‰

Il versamento della seconda rata deve essere eseguito a saldo dell'imposta dovuta per l'intero anno, con eventuale conguaglio sulla prima rata versata.

I versamenti devono essere eseguiti mediante utilizzo del Modello F24 secondo le disposizioni dell'art. 17 del D.Lgs. 9/7/1997 n. 241, o mediante utilizzo del bollettino di conto corrente postale approvato con D.M. 23/11/2012.

I codici tributo per il versamento dell'IMU sono stati istituiti con Risoluzioni del Direttore dell'Agenzia delle Entrate n. 35/E del 12 aprile 2012 e n. 33/E del 21 maggio 2013. In particolare, per tutti gli immobili per i quali è previsto il pagamento dell’IMU, ad eccezione di quelli classificati nel gruppo catastale D (fabbricati ad uso produttivo, etc.), il versamento dell'imposta dovrà essere effettuato esclusivamente a favore del Comune di Capurso (Codice Comune B716) utilizzando i seguenti codici tributo:

- 3912 - IMU - abitazione principale e relative pertinenze (cat. A/1, A/8 e A/9) – COMUNE

- 3914 - IMU - terreni – COMUNE

- 3916 - IMU - aree fabbricabili – COMUNE

- 3918 - IMU - altri fabbricati – COMUNE

Per i soli i fabbricati classificati nel gruppo catastale D, il versamento andrà effettuato utilizzando i seguenti codici tributo:

- 3925 - IMU - per gli immobili ad uso produttivo classificati nel gruppo catastale D – STATO

- 3930 - IMU - per gli immobili ad uso produttivo classificati nel gruppo catastale D – INCREMENTO COMUNE considerando che allo STATO andrà versata una quota fino alla concorrenza del 7,6 ‰ mentre il restante 0,9 ‰ dovrà essere versato a favore del COMUNE.

Con riferimento al Tributo per i Servizi Indivisibili (TASI)

In attesa che con norma dello Stato venga stabilito il termine per effettuare il versamento della prima rata, alla scadenza del 16/06/2014 non deve essere effettuato alcun versamento.

Con riferimento alla Tassa sui Rifiuti (TARI)

Con deliberazione di Consiglio Comunale n. 16 del 27/05/2014 è stato stabilito che, nelle more dell’approvazione del regolamento per l’applicazione della TARI e delle relative tariffe valevoli per l’anno 2014, si applicano le seguenti disposizioni aventi valore regolamentare:

- Il versamento della TARI per il solo anno 2014 deve essere effettuato in n. 4 rate, aventi le seguenti scadenze:

• rata 1: 31 Agosto 2014;

• rata 2: 30 Novembre 2014;

• rata 3: 28 Febbraio 2015;

• rata 4: 31 Maggio 2015.

- Il versamento delle prime tre rate deve avvenire in acconto sulla tassa dovuta per l’anno 2014, commisurando ciascuna delle predette tre rate di acconto in misura pari ad 1/4 della tassa dovuta in applicazione delle tariffe vigenti nell’anno 2013 e del tributo provinciale per l'esercizio delle funzioni di tutela, protezione ed igiene dell'ambiente di cui all'art. 19 del D.Lgs. 30/12/1992 n. 504, mentre il versamento della quarta ed ultima rata deve avvenire a conguaglio in applicazione delle tariffe TARI che saranno deliberate dal Consiglio Comunale per l’anno 2014 e scomputando quanto già versato con le rate di acconto.

- Il contribuente ha la facoltà di effettuare il versamento delle prime tre rate di acconto in unica soluzione entro la scadenza stabilita per il versamento della prima rata.

- In ogni caso, per effetto del comma 688 dell’art. 1 della citata legge n. 147/2013, il versamento della TARI dovuta per l’anno 2014 – sia per le rate di acconto che per la rata di conguaglio – deve avvenire esclusivamente utilizzando il modello F24 di cui all’art. 17 del D.Lgs. 09/07/1997 n. 241, ovvero tramite bollettino di conto corrente postale o tramite le altre modalità di pagamento offerte dai servizi elettronici di incasso e di pagamento interbancari e postali.

Come di consueto, nelle prossime settimane, si provvederà a fare recapitare gli avvisi di pagamento relativi alle prime tre rate di acconto, direttamente presso il domicilio dei soggetti passivi TARI.

AVVERTENZA: Le indicazioni fornite potrebbero essere soggette a variazione a fronte di modifiche apportate dalla normativa nazionale, per le quali forniremo tempestiva informazione nel presente sito.

 

Capurso, 04/06/2014

Il Capo Settore Economico Finanziario

F.to Dott. Nicola Bavaro

Redazione



Martedi
3 0Maggio


Agenda


Indellicati - Via Madonna del Pozzo
Massafra - Via Casamassima
Mainardi - Via Torricella
Farmacie


Api - via Casamassima - Z.i.
Agip - Largo San Francesco
Erg - via Bari
Tamoil - via Noicattaro
Total - via Epifania
Benzinai


Santa Giovanna d'Arco