MULTICULTURITA SUMMER JAZZ FESTIVAL 2015

RASSEGNA MUSICALE a cura

dell’ ASSOCIAZIONE MULTICULTURITA J.S.

XIII EDIZIONE

13-16 luglio 2015

 

 

13 luglio – ore 20.30

Chiostro Reale Basilica S. Maria del Pozzo

Pietro Verna Trio

Pietro Verna, chitarra e voce

Andrea Campanella, clarinetto e sax

Francesco Galizia, fisarmonica

II set

Armanda Desidery Quartet – ore 21.30

Armanda Desidery, pianoforte

Giulio Martino, sassofoni

Antonio De Luise, contrabbasso

Gianluca Brugnano, batteria

 

14 luglio – ore 21

         Giardini Comunali (piazza Giacomo Matteotti, Capurso)

         Antonio Sanchez Quartet feat. Seamus Blake

Antonio Sanchez, batteria

Seamus Blake, sassofono tenore

John Escreet, pianoforte

Mat Brewer, contrabbasso

 

15 luglio – ore 20.45

         Giardini Comunali (piazza Giacomo Matteotti, Capurso)

         Finale Multiculturita Europe Contest

a seguire

Nicola Pannarale Quartet

Nicola Pannarale, pianoforte

Francesco Lomangino, sassofono e flauto

Michele Maggi, contrabbasso

Alessandro Campobasso, batteria

 

16 luglio – ore 21.00

Giardini Comunali (piazza Giacomo Matteotti, Capurso)

Simona Bencini Jazzin’ On The Dancefloor

Simona Bencini, voce

Tony Casuscelli, pianoforte e tastiere

Luca Giugno, chitarra

Massimo Scoca, contrabbasso

Martino Malacrida, batteria

 

Il Multiculturita SJF fa tredici! Si svolgerà dal 13 al 16 luglio la tredicesima edizione del Multiculturita Summer Jazz Festival che, come sempre, ha un occhio di riguardo al jazz italiano che sarà rappresentato da due splendide ed eccellenti musiciste: la pianista partenopea Armanda Desidery e la ben nota vocalist Simona Bencini. Fiore all’occhiello della kermesse capursese è il quartetto di Antonio Sanchez che si esibirà il 14 luglio. Inoltre, IV edizione del Multiculturita Europe Contest che assegnerà due premi in denaro e che quest’anno ha registrato la partecipazione di ben ventinove gruppi. Tutti gli appuntamenti si terranno nella ubertosa location dei giardini comunali, fiore all’occhiello degli arredi urbani di Capurso, fatta eccezione per la serata iniziale che si svolgerà nel chiostro della Reale Basilica. Ingresso ore 20.45, inizio concerti ore 21.

 

Quattro intense serate per sette concerti: ecco in nuce la XIII edizione del Multiculturita Summer Jazz Festival, che si terrà a Capurso (Giardini Comunali, piazza Matteotti) dal 13 al 16 luglio. Festival ideato da Michele Laricchia e organizzato dall’associazione Multiculturita JS, con il contributo e il patrocinio del Comune di Capurso e della Regione Puglia e con il supporto promozionale di Jazzitalia.

Nelle precedenti edizioni, la kermesse capursese si è sempre contraddistinta per aver portato in Puglia progetti innovativi ed esclusivi, come: Pat Metheny e Brad Mehldau Quartet, Enrico Rava, Rossana Casale, Danilo Rea, Funkoff, Goodfellas, Nick The Nightfly, Sarah Jane Morris e Montecarlo Orchestra, Tullio De Piscopo, Peppe Servillo, Abraham Inc., Manu Katchè, Bill Evans e Robben Ford, Mina Agossi, Quintorigo, Arturo Sandoval, Marcus Miller, The Manhattan Transfer, Gino Paoli, Stefano Bollani, Stefano Di Battista, Billy Cobham, Ana Maria Jopek, Pino Minafra Minafric, Roy Paci, Doctor 3, tra i tantissimi musicisti che vi hanno preso parte.

Tutti i concerti si terranno presso i Giardini Comunali (piazza Matteotti, Capurso) e avranno inizio alle ore 21 (ingresso 20.45), fatta eccezione per la serata di apertura che si terrà nel chiostro della Basilica di Santa Maria del Pozzo (13 luglio, ore 20.30) e per la finalissima del contest che partirà alle 20.30 (15 luglio).  

Si inizia lunedì 13 luglio con un doppio set: il primo set sarà appannaggio del trio pugliese del cantautore Pietro Verna. Il suo trio è completato da Andrea Campanella, al clarinetto e sax, e Francesco Galizia alla fisarmonica.

A seguire il nuovissimo progetto – inedito in Puglia - della pianista napoletana Armanda Desidery. Il quartetto è completato da Giulio Martino ai sassofoni tenore e soprano, Antonio De Luise al contrabbasso e Gianluca Brugnano alla batteria. Armanda Desidery presenterà il suo primo lavoro discografico Blackmamba, edito dalla pugliese Fo(u)r Records. Un disco di brani originali, tutti firmati dalla pianista, che coniugano tutti i linguaggi padroneggiati dalla Desidery: dal modern mainstream con tinte di blues, accenti nordeuropei dal sapore classico e qualche spruzzata di latin.

Martedì 14 luglio il palco dei giardini comunali capursesi ospiterà uno tra i migliori batteristi della scena jazzistica mondiale: Antonio Sanchez. Quattro volte vincitore di Grammy Award, Antonio Sanchez è considerato da molti critici e musicisti come uno dei batteristi, bandleader e compositori più interessanti della sua generazione. Compare in un centinaio di album, ha suonato e registrato con alcuni dei più grandi nomi del jazz, tra cui Chick Corea, Michael Brecker, Charlie Haden, Gary Burton e Toots Thielmans. E’ il batterista di ruolo di Pat Metheny (20 Grammy vinti). Collabora regolarmente con musicisti come Joshua Redman, Chris Potter, Christian McBride, John Patitucci, Donny McCaslin, Danilo Perez, David Sanchez, Paquito D’Rivera, Kenny Werner, Marcus Roberts, Avishai Cohen, Dee Dee Bridgewater, Dianne Reeves, Miguel Zenon, Scott Colley, solo per citarne alcuni. La continua ricerca musicale lo ha spinto a comporre e porsi come leader di progetti e formazioni proprie. Al Blue Note sarà accompagnato dalla sua Migration Band. Nel 2013 Sanchez è stato invitato dal regista Alejandro Gonzales Inarritu (Amores Perros, 21 grammi, Babel, Biutiful) per creare la colonna sonora originale di “Birdman”, vincitore di 4 premi Oscar durante l’ultima cerimonia di premiazione. Il musicista messicano, che sarà sul palco con una terna di musicisti d’altissimo profilo: Seamus Blake al sassofono tenore, John Escreet al pianoforte e Mat Brewer al contrabbasso, presenterà il suo ultimo album Migration.

Mercoledì 15 luglio sarà la volta della finalissima del Multiculturita Europe Contest IV edizione, con il coordinamento artistico di Alceste Ayroldi. Le fasi preliminari del contest hanno visto la partecipazione di ben diciotto gruppi, tutti d’ottimo livello. Questi i due gruppi che disputeranno la finale: Barn Collective (Fabrizio Savino, chitarra; Mike Rubini, sassofoni; Luca Alemanno, contrabbasso; Francesco Ciniglio, batteria) Puglia;        Stablemates Trio (Onofrio Paciulli, pianoforte; Fabio Lopez, contrabbasso; Antonio Ninni, batteria). Al primo classificato andrà un premio in denaro di euro 1.000; il secondo classificato riceverà un premio in denaro di euro 500.

La giuria sarà così composta: Emanuele Dimundo, direttore artistico Beat Onto Jazz Festival; Fabrizio Versienti, giornalista e critico musicale (Corriere del Mezzogiorno, Musica Jazz); Ugo Sbisà, giornalista de La Gazzetta del Mezzogiorno, docente di storia ed estetica della musica jazz; Antonio Delvecchio, produttore discografico Fo(u)r Edition; Marco Losavio, publisher Jazzitalia; Ignazio De Stena (direttore artistico Enoteca De Astis Molfetta, consulente The Empty Space, Molfetta); Michele Laricchia, ideatore Multiculturita SJF; Alceste Ayroldi, coordinatore artistico contest, critico musicale, docente; Antonello Boezio, musicista, direttore della sede di Bari di Music Academy; Giuseppe Bolognini, musicista e docente.  

Dopo l’esibizione dei due gruppi finalisti (della durata di circa trenta minuti cadauno), nelle more della decisione della giuria, lo stage sarà appannaggio del gruppo vincitore dell’edizione 2013 del Basilijazz Festival, Nicola Pannarale Quartet: Nicola Pannarale (pianoforte), Francesco Lomangino (sax tenore, flauto), Michele Maggi (contrabbasso), Alessandro Campobasso (batteria).

Giovedì 16 luglio, la XIII edizione del Multiculturita Summer Jazz Festival chiuderà i battenti con l’esplosivo progetto di Simona Bencini Jazzin’ On The Dancefloor. La cantante dei Dirotta su Cuba reinterpreterà in chiave jazz i più grandi successi del favoloso quinquennio della disco music che va dal 1975 al 1980. Con lei sul palco ci saranno Tony Casuscelli al pianoforte e alle tastiere, Luca Giugno alla chitarra, Massimo Scoca al contrabbasso e Martino Malacrida alla batteria.

Il biglietto di ingresso è di 10 euro per i concerti di Antonio Sanchez Quartet e Simona Bencini Jazzin’ On The Dancefloor. L’abbonamento di euro 15 dà diritto all’accesso per tutte le serate con posto a sedere riservato. I concerti del 13 e 15 luglio sono a ingresso libero fino a esaurimento posti.  

 

Info: 347.6504664; 080.4553238

Website: www.multiculturita.it – info@multiculturita.it

 

Prevendite:

Centro Musica, Corso Vittorio Emanuele n. 165/C – Bari

Box Office c/o Feltrinelli Libri e Musica, via melo n. 119 – Bari

Libreria La Sapientia, via Madonna del Pozzo n. 43 - Capurso

 

Con preghiera di pubblicazione e diffusione.

Si ringrazia per la cortese collaborazione.

 

Multiculturita Summer Jazz Festival

339/2986949

Alceste Ayroldi

Foto

           



Martedi
2 5Aprile


Agenda


Indellicati - Via Madonna del Pozzo
Massafra - Via Casamassima
Mainardi - Via Torricella
Farmacie


Api - via Casamassima - Z.i.
Agip - Largo San Francesco
Erg - via Bari
Tamoil - via Noicattaro
Total - via Epifania
Benzinai


Lunedì dell'Angelo - Santa Stella