CAPURSO, DIFFERENZIATA OK: L’ECOTASSA NON AUMENTERÀ
I Capursesi non pagheranno l’aumento dell’ecotassa.

Comunicato stampa n.32, 8 luglio  2014

Grazie al raggiungimento di una media, per i primi sei mesi del 2014, superiore al 17% su base comunale, con punte del 19, 47 a maggio e del 18,05 a giugno, il paese ha infatti ampiamente centrato l’obiettivo di aumentare almeno del 5%, entro giugno la percentuale di raccolta differenziata rispetto ai dati registrati nel mese di settembre 2013. Capurso partiva da un dato iniziale di riferimento dell’11,49%; a partire da gennaio l'Amministrazione ha programmato una serie di iniziative per coinvolgere gli esercizi commerciali, gli artigiani, gli opifici della zona industriale, attivando per queste utenze, un sistema di raccolta a domicilio. D’intesa con l’azienda che gestisce la raccolta dei rifiuti sul territorio comunale, sono stati inoltre concordati alcuni miglioramenti nei servizi e la Polizia Municipale ha messo in campo un’intensa attività di controllo e contrasto del fenomeno del cosiddetto “turismo dei rifiuti”. Il risultato è stato un progressivo aumento delle percentuali di differenziata che ha portato all’ottimo risultato di questi giorni.
 “Si tratta – ha detto il Sindaco, Francesco Crudele -  del frutto di una pianificazione molto curata. Avevamo un margine d’azione molto stretto, poiché legati alle sorti dell’ARO, ma l’obiettivo è stato centrato: i cittadini ci hanno seguito dimostrando collaborazione e fiducia nei confronti dell’Amministrazione, e per questo voglio ringraziarli di cuore. Come per i lavori pubblici, i servizi sociali, la cultura e tutti i settori in cui lavoriamo, per ottenere risultati l’importante è saper programmare: da gennaio a oggi, a Capurso, la percentuale della differenziata è sempre costantemente salita.”
 “Siamo molto felici - ha detto il Vicesindaco Mario Costantini – per essere riusciti a scongiurare quello che poteva essere un serio problema per le casse del Comune, poiché il mancato raggiungimento dell’obiettivo avrebbe comportato un aumento dell’ecotassa dagli attuali 7,5 a 25,82 euro per tonnellata di rifiuto indifferenziato conferito in discarica. Evenienza che avrebbe costretto a un aggravio delle tasse comunali. Non è stato facile, poiché il Capurso è costretta ancora al sistema di raccolta con i cassonetti stradali, notoriamente molto penalizzante, ma il nostro impegno è stato premiato.
Solo contando sulla collaborazione e sensibilità dei capursesi tuttavia, avremmo potuto centrare l’obiettivo; in attesa che la Regione certifichi il nostro risultato, voglio ringraziare pubblicamente il comandante della nostra Polizia Municipale, dott. Campanella e tutti i suoi agenti per l’impegno profuso. Ma un grazie di cuore va anche ai capursesi di buona volontà, che hanno raccolto il nostro appello e assecondato le nostre iniziative. Voglio mandare poi un saluto cordiale anche ai soliti profeti di sventura che, dall’alto della loro scarsissima attendibilità, fino a ieri sparavano cifre terroristiche senza né capo né coda esponendosi all’ennesima umiliante smentita e a una nuova figuraccia pubblica.
Ma la soddisfazione di oggi non deve bastare: la quantità di rifiuti che Capurso conferisce in discarica è ancora troppo alta. Il futuro si chiama “raccolta porta a porta” in tutto il paese: proprio in questi giorni, infatti,  l’ARO BA7 ha affidato l’incarico della progettazione dei servizi sul territorio dei 6 Comuni di ambito, un importante primo passo per arrivare a servizi omogenei e al passo con i tempi.”


Luca Basso



Lunedi
2 4Aprile


Agenda


Indellicati - Via Madonna del Pozzo
Massafra - Via Casamassima
Mainardi - Via Torricella
Farmacie


Api - via Casamassima - Z.i.
Agip - Largo San Francesco
Erg - via Bari
Tamoil - via Noicattaro
Total - via Epifania
Benzinai


Pasqua di Risurrezione