INAUGURAZIONE DELLA MOSTRA "I LUOGHI DELLA LEGALITà" NEL RICORDO DELLE VITTIME DELLE FOIBE.

Sono almeno 10.000 gli italiani che nel 1945, sono stati torturati e uccisi a Trieste e nell'Istria dai partigiani comunisti agli ordini del maresciallo Tito. Gran parte di loro, vennero gettati ancora vivi nelle "Foibe", voraggini naturali molto diffuse nell'altopiano carsico. 
Il 30 marzo 2004, il Parlamento italiano ha istituito il «Giorno del ricordo» in memoria delle vittime delle foibe, dell’esodo giuliano-dalmata, delle vicende del confine orientale, grazie alla quale, la Repubblica riconosce il 10 febbraio quale «Giorno del ricordo» al fine di conservare e rinnovare la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell’esodo dalle loro terre degli istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra e della più complessa vicenda del confine orientale. 
Questa sera, presso la biblioteca comunale D'Addosio, alle ore 20, l'amministrazione comunale, nel corso dell'inaugurazione della mostra "I luoghi della legalità" organizzata dai Laboratori Urbani Ciberlab in collaborazione con Momart e Libera Puglia, ricorderà quei tragici eventi, affinchè non ci si dimentichi di certi orrendi momenti della storia dell'umanità.

Redazione



Lunedi
2 4Aprile


Agenda


Indellicati - Via Madonna del Pozzo
Massafra - Via Casamassima
Mainardi - Via Torricella
Farmacie


Api - via Casamassima - Z.i.
Agip - Largo San Francesco
Erg - via Bari
Tamoil - via Noicattaro
Total - via Epifania
Benzinai


Pasqua di Risurrezione